Completato l’assemblaggio di mantici e reservoir

Terminate le fasi di incollaggio e revisione dei mantici e del reservoir ho potuto finalmente procedere ad assemblare il tutto e a testarne la tenuta complessiva.

Unione dei due mantici

I due mantici affiancati formano, in pratica, il fondo del reservoir.

Per questo motivo vanno uniti a tenuta stagna tra di loro, usando una striscia dello stesso materiale usato per i soffietti. Con spessori vari e morsetti mi sono assicurato che durante l’essicazione della colla fosse applicata una pressione adeguata e che le due parti restassero ben salde fino al momento di avvitarle al reservoir.

Valvola d’uscita del “troppo pieno”

valvola d'uscita
la valvola d'uscita installata

Sul coperchio del reservoir abbiamo un foro d’uscita per essere certi che la pressione dell’aria non sia mai eccessiva e che il reservoir stesso non si apra oltre un certo limite (circa 4 cm).

Il foro è normalmente sigillato con una valvola d’uscita tenuta in posizione da una molla e azionata al momento opportuno da un braccetto richiamato da un anello di ritenuta.

Ho escluso dall’inizio di realizzare la molla di tenuta come indicato da John Smith poichè quello che lui chiama “Piano wire” qui da noi non so cosa sia e soprattutto mi sembrava un sistema un po’ instabile.

Ho optato quindi per una specie di “ponte” che schiaccia la valvola tenendola in posizione tramite una molla recuperata da non so dove. Stringendo o allentando le due vite che fissano il ponte è possibile aumentare o diminuire la forza applicata dalla molla.

In caso di troppa apertura il “braccetto” viene tirato dall’asola in fil di ferro aprendo la valvola.

Guarnizione di tenuta del reservoir

La guarnizione di tenuta del reservoir
La guarnizione di tenuta del reservoir

Infine il reservoir va letteralmente “avvitato” sui due mantici che ne formano il fondo.

Per far si che l’insieme sia a tenuta stagna ho usato quelle guarnizioni in gomma piuma che si usano per eliminare gli spifferi delle finestre. Dopo un primo tentativo con un solo “strato” ne ho aggiunto un secondo per eliminare alcune perdite d’aria che si sentivano.

Verifica della tenuta dell’insieme

Dopo aver assemblato il tutto, ho tappato il foro d’uscita dal reservori (quello che porterà l’aria al rullo e poi alle canne) con della plastilina e con un po’ di trepidazione ho iniziato a pompare con i mantici…

…inizialmente ho riscontrato un po’ di perdite proprio tra il reservoir e i mantici, ma dopo aver raddoppiato gli strati di gommapiuma la situazione è molto migliorata.

Il reservoir si sgonfia comunque velocemente, forse troppo… sto probabilmente perchè le 2 valvole di uscita dal mantice non chiudono abbastanza… vedrò se rifarle con un materiale migliore.

Prossimi passi

Ora passerò alla realizzazione della “pressure box” ovvero l’insieme del sistema di avanzamento del rullo e di “lettura” dei fori, unitamente alle varie ruote e alberi… ma su questo torneremo…