Acquistiamo la musica da chi la produce

Sì sembra un titolo un po’ “km 0” ma è solo un modo per dire che è inutile lamentarsi che la musica è sempre quella, che le major decidono, che bisogna sostenere la musica indipendente.

Tra le tante opportunità e le (altrettante) negatività di internet c’è quella della disintermediazione più o meno totale tra musicista, opera musicale e ascoltatore.

Su internet c’è tutta la musica che vuoi, bella, brutta, carica o lofia.

Così oggi, dopo alcuni giorni in cui questo album fa da sottofondo alle mie giornate lavorative, è arrivato il momento di acquistarlo.

Perchè gli autori devono avere il giusto riconoscimento econoomico per il loro lavoro. Perchè solo così avremo altra musica libera. Perchè noi sappiamo cosa c’è dietro un semplice minuto di musica.