ll controller hammond alla prova del live

prima uscita live per il controller midi …e all’improvviso è arrivata l’occasione di “inaugurare” il mio “clone hammond”: un bel progetto di History Telling, “Dalla notte all’alba della democrazia“: uno storico (Giovanni Taurasi) voce narrante, Francesco Grillenzoni voce e chitarra e io alla fisarmonica e tastiere. Le tastiere sono … LA tastiera: il clone ancora non finito (ma in grado di suonare) di cui uso non solo il suono di hammond ma anche i “timbri accessori” che vi ho inserito: piani elettrici e un piano acustico molto upright.

Certo: è un po’ rischioso andare in scena così, con lo strumento ancora in “evoluzione”, senza una tastiera di “emergenza” ma dopo circa due mesi di prove ero fiducioso della “tenuta” e poi in fondo c’è sempre la fisarmonica… quella di certo non si impalla!

“Ebbene come è andata?”

Con una buona dose di incoscienza siamo saliti sul palco (scoperto) anche se stava piovendo e abbiamo fatto più di un’ora di spettacolo sotto una pioggerella bella insistente (queste foto rendono bene l’idea)…
…a causa di questo dopo poco più di mezzora, al tocco di un pulsante dei preset, un qualche cortocircuito ha messo ko l’organo che da quel momento si è limitato ad emettere il suono su cui era settato al momento dell’incidente…

Ma a parte questo problema, derivato da cause esterne, il bilancio è molto positivo.

Ecco le mie impressioni dopo il debutto dal vivo del clone:

Il suono: magnifico, splendido, potente e presente, espressivo; e non solo sull’hammond ma anche sui timbri accessori (ma qui non ho meriti, essendo tutta farina del sacco di Guido Scognamiglio e dei suoi VSTI: VB3, Mr Ray, Mr Tramp). I complimenti del fonico che spontaneamente è salito sul palco per vedere da vicino lo strumento ne sono la prova;

La praticità: molto buona. I due manuali dell’organ si trasportano in due borse semirigide standar da tastiera 61 tasti. Entrambe sono leggere e si trasportano anche insieme senza fatica. Per montarle basta connettere un cavo. Veloce, semplice, comodo.

Clone Hammond DIY sul palco

I problemi emersi

  • durante le prove in due/tre occasioni, all’accensione del sistema uno dei tre elementi collegati all’hub usb non è stato riconosciuto e ha richiesto un riavvio.
    All’hub sono collegate le due tastiere le l’interfaccia Brain che collega tutta la parte autocostruita: pulsanti, switch, drawbars ecc.
    Il problema penso sia dovuto al fatto che l’hub non è alimentato e i tre devices collegati “succhiano” troppa corrente, causando quindi comportamenti anomali.
    Poichè il PC ha ancora una presa USB libera ho spostato il Brain dall’Hub alla porta libera e da quel momento il problema non si è più ripresentato.
  • crash, boom, bangall’avvio del sistema, durante il boot del PC, la scheda audio emette diversi rumori, molto forti e. Purtroppo la scheda Transit non dispone di un controllo analogico di volume e quindi non c’è mdo di impedire questi rumori.
    Questo è un problema soprattutto nel caso si renda necessario spegnere e riaccendere la tastiera con l’impianto audio “aperto”.
    La soluzione comunque è a portata di mano: o aggiungo un potenziometro di volume tra l’uscita audio e i jack (e lo tendo a 0 durante avvii e spegnimenti) oppure metto un interruttore di “mute”, sempre a valle della scheda audio. Ci sono innumerevoli schemi e soluzioni sul web… farò qualche prova e vi aggiornerò in un prossimo post.

Il 9 settembre “Dalla notte all’alba della democrazia” torna in scena… per allora vorrei aver definitivamente risolto questi problemini e magari, chissà, aver concluso le modifiche al computer (portare il tasto di accensione sulla plancia, assicurare la ventilazione) che mi permetteranno di “chiudere” tutto all’interno della tastiera.

p.s.

E’ ora di dare un nome al controller… qualche suggerimento?

Annunci

Un pensiero su “ll controller hammond alla prova del live

  1. Pingback: History Telling “Dalla notte all’alba della democrazia” – Ubi Hobby

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...